Nazzareno Mattei, per gli amici Neno,è un valente tecnico aeronautico che coltiva numerosi interessi che spaziano tra la poesia e la musica,la ricerca e l'approfondimento di valori esistenziali che collimano con la sua grande ammirazione per gli indiani d'America. Con lui ho condiviso in prima persona varie passioni, oltre quella rivolta agli aerei: abbiamo insieme conosciuto artisti di grande levatura e collaborato con loro.

Qui sotto vi do un assaggio dei suoi scritti, e vi invito a visitare la sua homepage all'indirizzo

http://web.tiscali.it/Tatanka/

Fuori dal Branco

Sono fuori dal branco,

Vado contro corrente,

Sono sempre incazzato,

Detesto la gente,

Che si fa calpestare 

Dal sistema incipiente,

Che subisce i soprusi,

La violenza costante,

Tutti quanti qli abusi

Di padroni arroganti,

Che padroni non sono.         

 Perché libera e nata 

Questa bestia che e I’uomo,

Che se lo trovi in branco,

Quasi sempre è incoerente.

Come un’ira di Dio,

E’ un flagello latente,

E, con fare arrogante,

Lui devasta e scompone

Senza neanche sapere

Qual è il cane o il padrone.    

Ma se lo trovi solo

E’ un vigliacco incallito,

Tu lo vedi tremante

Da un nonnulla spaurito.        

Sono contro la gente

Che borbotta e poi strilla,

Ma se arriva il suo capo ...

Fa la festa al gorilla;

Sono contro chiunque

Faccia sempre il cretino,

Che si veste da padre ...

Poi violenta un bambino.      

Sono fuori dal branco

Vado contro corrente,

Ma per restare a galla ...

E’ un dolore costante.